Una delle caratteristiche fondamentali che differenziano la specie umana da tutti gli animali che abitano il pianeta Terra è sicuramente la sua innata curiosità: riuscire in qualsiasi modo a scoprire cosa si cela dietro a tutti i fenomeni che ci circondano e poterli controllare a proprio piacimento, come se fossimo delle divinità. Ed è proprio questa sete di conoscenza dell’uomo che sta alla base della filosofia e alla nascita della moderna concezione di scienza.

Ma quanto può essere utile, all’uomo, la scienza? E, soprattutto, può essere considerata un prezioso dono, in grado di salvare la nostra specie dall’estinzione o, al contrario, uno strumento per provocarla? Penso che la risposta si possa trovare solamente nel nostro passato.

I fenomeni naturali, inizialmente, venivano spiegati attraverso i miti, di cui l’uomo aveva timore e non osava sfidare. È stato solo con la scienza che siamo riusciti a liberarci da quelle false idee per intraprendere un lungo cammino che ha portato alle conoscenze odierne. La scoperta delle cellule e del DNA da parte di Watson ci hanno permesso di capire come avviene la creazione della vita e come essa funzioni (tema ricorrente anche nel “Frankenstein” di Mary Shelly). E Jennere, con il vaccino, ha sconfitto molte delle comuni malattie, come afferme Giuseppe Parini ne “L’innesto del vaiolo”. La fisica è riuscita a spiegare come funziona il mondo, la sua forma e le forze che lo governano. L’invenzione delle macchine a vapore, che hanno portato alla Prima Rivoluzione Industriale hanno notevolmente  migliorato le condizioni di vita europea, garantendo una maggiore produzione di beni. Ma la scienza non si è fermata e l’uomo, riuscendo a controllare l’elettricità e le onde elettromagnetiche, ha permesso la comunicazione anche a distanze che fino a secoli prima non riuscivamo nemmeno ad immaginare. Infine, ultime notevoli scoperte scientifiche, come l’energia nucleare, le recentissime onde gravitazionali o il Bosone di Higgs (chiamato anche “Particella di Dio”) e l’invenzione dell’informatica hanno comportato profondi mutamenti della cultura, della conoscenza e dello stile di vita mderni. È inevitabile, dunque, affermare che la curiosità del genere umano gli abbia permesso di migliorare le proprie condizioni in ogni campo.

La storia, però, ci insegna anche molto altro. In particolare, guardando il nostro passato, si può chiaramente vedere come ognuna delle grandi scoperte e invenzioni che ho citato precedentemente, abbia portato con sè non solo migliorie, ma sia stata protagonista in numerose guerre e causa di milioni di vittime innocenti. L’uso improprio dei vaccini ha infatto causato la nascita di numerose altre malattie, molte della quali ancora incurabili (nonostante ciò, i vaccini hanno salvato molte più vite di quante non ne abbiano spezzate le malattie sopracitate). Le industrie hanno sì migliorato la produzione di beni, ma sono state frutto (e talvolta lo  sono ancora) di sfruttamento e qui le parole di Vittorio Alfieri:

Gli scienziati sono i migliori servi del principe, perché non importa loro nulla il fatto che il principe si possa servire delle scoperte scientifiche per rendere […] schiavo il popolo

non sono mai state così vere. L’energia nucleare è stata usata, prima ancora che per la produzione di energia, per annientare in pochi secondi intere popolazioni, mentre l’informatica e i mezzi di comunicazione stanno sempre più rendendo l’uomo schiavo della tecnologia, e lo sfruttamento del pianeta sta mettendo a serio rischio la nostra esistenza.

In conclusione, la scienza non può essre considerata nè un bene nè un male per l’umanità, ma è semplicemente una “penna indelebile” che l’uomo ha per “scrivere il proprio destino”, sapendo che ogni sua azione non potrà essere cancellata. È quindi il modo in cui noi sfruttiamo la nosra conoscenza che essa ci porterà alla nostra evoluzione o, al contrario, alla nostra completa distruzione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...